Quanto conviene investire in un impianto fotovoltaico?

Innanzitutto è bene comprendere che l’installazione di un impianto fotovoltaico non può essere considerata un costo, bensì un vero e proprio investimento, sia che si tratti di un impianto domestico, sia che di impianti per le industrie. Se a volersi dotare dell’impianto è una famiglia standard di 3 o 4 persone, è sufficiente installare un impianto fotovoltaico di 3 kw od optare, se si hanno gli spazi adeguati e si vuole aumentare la capacità produttiva, per un impianto fotovoltaico da 6kw. Nell’ultimo caso, l’impianto occupa circa 50m² di spazio su un classico tetto a falde.

Quanto produce un impianto fotovoltaico?

La produzione di energia di un impianto fotovoltaico varia in base a molti fattori: l’orientamento dell’installazione, l’inclinazione e, ovviamente, le condizioni climatiche. Per questo motivo, infatti, al Sud un impianto può arrivare a produrre 9000 kw/anno, rispetto ad una media di 8000. Bisogna poi anche considerare che ogni anno l’impianto fotovoltaico sperimenta un calo di rendimento di circa l’1%, per quanto ciò non vada ad intaccare il complessivo ritorno economico dell’installazione.

Impianto fotovoltaico: i prezzi chiavi in mano

A questo punto, viene spontaneo chiedersi quale sia il costo di un impianto fotovoltaico. Se parliamo di un impianto da 6 kw, allora il costo dei pannelli solari sarà sostenuto, ma potrà essere ammortizzato nel tempo cercando di alimentare quanto più possibile i consumi elettrici con l’energia solare. Non si può stabilire un unico prezzo, ovviamente, ma la somma varia a seconda dei moduli fotovoltaici, del costo dei lavori, degli inverter, ecc. Si tratta, più che altro, di considerare il rapporto tra costi e benefici e cercare di capire quali siano le tempistiche di recupero dell’investimento.

L’impianto

La progettazione dell’impianto, se questo è orientato all’autoconsumo, deve comunque basarsi su quelli che sono i consumi effettivi della famiglia per avere un effettivo ritorno economico. In termini di brand, non è semplice capire quale sia la migliore azienda a cui affidarsi, ma sicuramente quelle di fama mondiale permettono di realizzare impianti efficienti. In generale, comunque, si tratta di circa 2.000 euro al kw “chiavi in mano”: dunque, circa 14.000 euro per un impianto standard, ma che può scendere di molto se si usano inverter o moduli non europei. La somma include anche la domanda per la concessione alla rete elettrica.

Altre spese

In generale, però, ci sono altre spese da affrontare, oltre ai prezzi dei pannelli fotovoltaici, relativamente alle autorizzazioni amministrative per l’installazione dell’impianto fotovoltaico, per quanto attualmente la burocrazia che ruota intorno a tali autorizzazioni sia molto più snella che in passato. Per questo motivo, è bene informarsi per tempo prima di iniziare i lavori, in modo da poter quantificare la spesa con esattezza e pianificare tutti i passaggi.