Inserisci i tuoi dati, compara le offerte di Gas e scegli la più vantaggiosa
1
2
3
Tipo di utenza?

Come funziona la comparazione delle offerte:

Confrontare le tariffe di luce e gas con TariffeChiare.it è gratuito, sicuro e veloce. Confrontiamo mensilmente le migliori offerte di energia e gas tra i principali fornitori nazionali e selezioniamo per te quelle più vantaggiose come prezzo e servizi offerti.

Ti chiederemo alcuni dati, necessari per calcolare una stima la più precisa possibile della migliore tariffa per te, la nostra piattaforma comparerà le migliori offerte del mercato di energia e gas e tramite un algoritmo ti permetterà di calcolare la più vantaggiosa per te.

Il risparmio per noi è importante come lo sono i servizi offerti dagli operatori, la qualità del customer service, l’attenzione per l’ambiente e le offerte da fonti rinnovabili e green, la qualità delle campagne di fidelizzazione da parte dei fornitori e le promozioni collegate alle tariffe scelte. Incrociamo per te le variabili più importanti per una scelta consapevole e mirata e ti aiutiamo nell’attivazione della tua nuova tariffa con il supporto di un call center 100% italiano, preparato e pronto a seguirti nel passaggio dal vecchio al nuovo operatore.

Come risparmiare sull’energia di casa?

Il mercato libero di luce e gas permette al consumatore di trovare e scegliere più facilmente le offerte di luce e gas, grazie all’aumento della concorrenza. Risparmiare sulla bolletta della luce, quindi, sarà ancora più semplice!

Le offerte sull’energia elettrica sono ormai in grado di soddisfare le esigenze personali di ogni cliente, dal grande consumatore al più morigerato. Scegliere il piano giusto per il proprio consumo non è difficile, soprattutto se si capisce bene a quanto ammonta l’utilizzo di energia. TariffeChiare.it confronta per te le offerte sul mercato e ti fa risparmiare tempo nell’analisi delle tariffe proposte dai fornitori.

Iniziamo con il definire la condizione contrattuale: alcune offerte luce presenti sul mercato non sono attivabili se, per esempio, è la prima volta che viene stipulato un contratto in una casa nuova; oppure se siamo in presenza di subentro o voltura. Questo è il primo parametro su cui basarsi quando si è in cerca di offerte sull’energia elettrica che permettano di risparmiare sulla bolletta luce.

Bisogna per prima cosa calcolare il consumo annuo di kWh. Questo dipende da quante persone vivono in casa, quanti elettrodomestici sono presenti e le abitudini del nucleo familiare.

Biorario o monorario: la migliore tariffa luce per le tue esigenze

Il mercato libero dell’energia mette a disposizione molte offerte sulla luce interessanti in base a come viene utilizzata l’elettricità in casa. Per chi passa tutta la giornata fuori, per esempio, è consigliabile informarsi sull’opzione bioraria. Risparmiare sulla bolletta della luce scegliendo la fascia oraria più “popolata” è una pratica che viene utilizzata da anni anche nel mercato tutelato. La tariffa monoraria, invece, garantisce comunque un buon prezzo, ma senza restrizioni di orari o giorni specifici.

Le offerte luce in base alla tipologia di pagamento

Esistono molte opzioni tra cui scegliere per quanto riguarda il tipo di prezzo che vogliamo pagare. Il prezzo fisso è bloccato per 12, 24 o 36 mesi a seconda del contratto. È conveniente perché non è vittima delle fluttuazioni del mercato e perché è il risultato spesso di promozioni. Ma attenzione: passati i mesi previsti vale spesso il rinnovo automatico, con il conseguente passaggio a una tariffa non in promozione. Quindi è buona norma controllare, in prossimità della scadenza, se l’opzione proposta rientra comunque nelle nostre esigenze. La seconda tipologia è il prezzo indicizzato in cui il prezzo viene stabilito trimestralmente in base alle fluttuazioni del mercato. È un beneficio quando è favorevole, ma sappiamo che non è sempre così. Esiste poi il prezzo a taglie. Si decide quanto pagare in base al consumo dell’utente e quella cifra resterà così “per sempre”.

Le tariffe green che azzerano la bolletta (o almeno aiutano)

Con il mercato libero possiamo permetterci di fare scelte Green che rispettino il pianeta e in alcuni casi anche la bolletta luce! Esistono opzioni attivabili con alcuni operatori che abbattono le emissioni di anidride carbonica , utilizzando l’energia elettrica che proviene esclusivamente da fonti rinnovabili. Se si uniscono queste opzioni alla possibilità di ricevere bollette solo per via elettronica e pagare online attraverso il conto in banca, anche l’impatto sul portafoglio sarà sostenibile.

Confronta le tariffe

Un ulteriore trucco che può farci scegliere con sicurezza la migliore tariffa luce è quello di controllare, tra le voci presenti in bolletta, la componente energia. Questa si riferisce al costo della materia prima, che viene deciso direttamente dal fornitore, mentre tutte le altre voci dipendono dall’Autorità dell’energia e quindi sono uguali per tutti. Per questo i kWh sono il parametro principale su cui basarsi nella scelta delle offerte luce.

Libero mercato e libera scelta, basta solo informarsi! Partendo da una conoscenza approfondita del proprio consumo di kWh annuo, le proprie abitudini e interessi, trovare la tariffa più conveniente per le proprie esigenze sarà più veloce, TariffeChiare.it ti aiuterà nella scelta.

Come risparmiare sul gas di casa?

Nello scegliere un nuovo gestore per la fornitura del gas, bisogna tenere conto di alcuni aspetti fondamentali che permettono di risparmiare sulla bolletta e che possono pesare molto su quello che è il costo annuale della fornitura. Innanzitutto, è bene ricordare che la bolletta elettronica è gratuita e consente, dunque, un risparmio rispetto a quella cartacea e che le famiglie a reddito basso possono usufruire dei bonus sociali. Se si confrontano le tariffe gas offerte dai vari gestori sul mercato e si prendono dei piccoli accorgimenti, si riesce a risparmiare sulle proprie utenze di casa. Gli esperti di TariffeChiare.it ti possono aiutare nell’analisi dei tuoi consumi del gas e aiutarti nella scelta dell’offerta migliore per te.

Come valutare le migliori tariffe gas

Per essere sicuri di scegliere la migliore tariffa per il gas, il primo step è conoscere i propri consumi di gas annuali, poiché spesso gli sconti sono offerti sulla base dei consumi precedenti del cliente. Questi dati sono facilmente consultabili alla voce “consumo annuo” della bolletta. Ovviamente, i vari fornitori cambiano continuamente le tariffe e propongono sempre nuove offerte per il gas metano di uso domestico. Per riuscire ad orientarsi tra tutte è importante controllare due elementi:

  • Il prezzo del gas al metro cubo, che influenza altamente il costo finale della bolletta;
  • I servizi di vendita, di cui fa parte il costo del metano, che cambia a seconda del fornitore.

Anche la scelta dell’addebito bancario (RID) permette di risparmiare in modo rilevante: tramite il RID, infatti, non si pagano le commissioni sui bollettini postali, si può aderire alle offerte più convenienti sul mercato e non si paga nessuna cauzione.


Le abitudini sono importanti, qualche consiglio di TariffeChiare.it

Ecco qualche semplice consiglio e accorgimento per diminuire i consumi e risparmiare in casa.

Come risparmiare in casa con un intelligente consumo degli elettrodomestici

È importante prima di tutto fare una selezione dei dispositivi indispensabili da tenere in casa propria. Quindi cercare di limitare gli utilizzi superflui e ricorrere sempre più spesso a metodi manuali più tradizionali.

Quando si sono scelti gli elettrodomestici da utilizzare in casa è consigliato munirsi di modelli con una classe energetica superiore, ovvero di classe energetica elettrodomestici A. Ogni elettrodomestico è provvisto di etichetta a norma di legge con indicata la sua classe energetica. Quest’ultima segna il calcolo del consumo degli elettrodomestici e la capacità dell’apparecchio. In particolare, la consigliata classe A, aiuta a contenere i consumi in casa propria.

È inoltre importante mantenere i dispositivi in stand-by o spenti quando non si utilizzano , per evitare un eccessivo consumo non necessario.

Il frigorifero , ad esempio, è consigliabile a misura familiare. Per una famiglia media di 2-4 persone, calcolando il consumo elettrico medio, la capacità consigliata è di 220-280 litri. Questo va ad evitare uno spreco di consumo energetico. È importante poi sistemare l’elettrodomestico a distanza dalla parete, per evitare il surriscaldamento; e vicino a fonti di calore. La temperatura inoltre sarebbe ideale ad un livello medio-basso, senza eccedere.

La lavatrice e la lavastoviglie sono gli elettrodomestici la lavatrice e la lavastoviglie, secondo un calcolo di consumo elettrico, sono tra gli elettrodomestici con i consumi i più elevati. I consigli su come utilizzare al meglio entrambi gli strumenti domestici, sono:

· Scegliere la classe energetica A.

· Collegare gli apparecchi ad uno scaldaacqua, a energia solare oppure ad una caldaia a gas o una caldaia a condensazione .

· Utilizzare gli elettrodomestici a pieno carico.

· Avviare il lavaggio a temperature medio-basse o fredde, risparmiando la metà di costo in energia emessa rispetto ad un lavaggio ad alta temperatura.

· Programmare il funzionamento, per il risparmio energetico dell’elettrodomestico, in orari notturni, durante il fine settimana, o in momenti in cui il costo dell’energia è inferiore.

Anche il forno è una voce pesante nella bolletta di una famiglia media nazionale. Il primo passo per risparmiare in casa quando si parla dell’acquisto di un forno, è quello di comprare un modello a gas rispetto ad un modello elettrico. Quest’ultimo emette una quantità minore di energia e consente così un risparmio mensile in bolletta. Nell’utilizzo quotidiano poi, è importante non riscaldare il forno con troppo anticipo rispetto all’inizio della cottura degli alimenti. Evitare il più possibile di aprire lo sportello mentre l’elettrodomestico è in funzione e spegnerlo qualche minuto prima della fine della cottura desiderata. In questo modo si può sfruttare il calore residuo e tagliare sprechi inutili.

Risparmiare sulla bolletta del gas partendo da casa propria è un obiettivo che tanti consumatori cercano di raggiungere giornalmente. Basta sapere modalità e scorciatoie per raggiungere in pieno il risultato atteso.

Il consumo del gas nelle famiglie italiane.

Il consumo del gas con la sua relativa bolletta è un fattore che incide notevolmente sul bilancio di una famiglia media italiana . Il gas è uno fra i principali responsabili dei consumi di un’abitazione domestica . L’uso varia notevolmente dall’area geografica nazionale, quindi dalle condizioni climatiche dell’ambiente in cui viviamo. Una famiglia del Nord Italia consuma gas fino a 6 volte di più di una del Sud. Nell’area del nord Italia, le basse temperature sono responsabili di più dell’80% di consumo di gas.

Come risparmiare in casa? Ecco alcuni consigli da seguire.

In casa si possono adottare piccoli trucchi per risparmiare nella routine quotidiana:

· Usare il fornello del gas apposito a misura di pentola, per evitare dispersione di calore in più.

· Coprire le pentole e padelle con il coperchio mentre si cucina.

· Sfruttare il calore residuo della piastra spegnendola prima della fine della cottura.

La caldaia è lo strumento che consuma di più nelle abitazioni domestiche. Per risparmiare sul gas e sul riscaldamento innanzitutto vanno effettuati i controlli di manutenzione previsti dalla legge, questo per una questione di consumo.

Abbassare la temperatura poi, è il fattore principale per un risparmio netto fino al 6% sulla bolletta del gas, basti pensare che anche solo abbassando di un grado la temperatura si riesce a diminuire notevolmente l’importo finale della bolletta. La temperatura indicata per i periodo più freddi dell’anno all’interno di un’abitazione domestica può variare dai 18 ai 21 gradi, senza però superare mai questi ultimi, indicati per regioni più fredde. Esistono inoltre impianti alternativi come la caldaia a condensazione a pannelli radianti , che consentono di risparmiare fino al 20% sul consumo di gas metano in casa . Si tratta, nel caso volessero essere adottati, di effettuare interventi di ristrutturazione e riqualificazione energetica per la propria abitazione. Questo comporta senza dubbio una spesa economica familiare, anche se lo stato prevede incentivi e detrazioni nel caso si volesse procedere con il nuovo impianto. Ma ancora di più impiantare caldaia a condensazione e pannelli radianti può essere valutabile come un investimento per il futuro, in quanto entrambi vanno a tagliare l’importo finale della bolletta mensile permettendo alla famiglia di risparmiare per sempre sul gas.