Come trasformare una bicicletta in elettrica

Se si ha una bicicletta vecchia, ridotta un po’ male che non si vuole buttare, oppure se si vogliono percorrere molti chilometri in bici senza dover fare sforzi immani, si può ricorrere ad un vero e proprio kit per trasformare la bicicletta in una bici a pedalata assistita. Esistono tanti tipi di kit in commercio, che si differenziano per varie caratteristiche e per i diversi tipi di montaggio.

Considerazioni preliminari

Dal momento che la bicicletta deve sorreggere la spinta del motore elettrico, è necessario che il telaio sia molto resistente e non di quelli che cedono alle sollecitazioni. Nel comprare un kit, è bene controllare che ci sia la scritta CE, che siano dunque uniformati alle norme europee di sicurezza.

Le componenti del kit di trasformazione

I pezzi più importanti che compongono il kit per la trasformazione della bici elettrica sono:

  • Batteria: è preferibile scegliere quelle al litio, che durano di più ed hanno una maggiore densità energetica. Ciò gli permette di avere maggiore autonomia a parità di peso. Si può applicare sotto la sella o in un portapacchi appositamente fornito.
  • Motore: ci sono diversissimi motori per bici elettrica. Esistono, ad esempio, dei modelli di motore che permettono di ricaricare la batteria quando si frena; i motori al mozzo “all in one”, che hanno al loro interno motore, controller e centralina, mentre lasciando la console comando all’esterno; i motori al centro, da montare sulla parte centrale della bicicletta, per quanto ciò sia più complicato rispetto agli altri casi; il carrello elettrico che si applica alla bici e la sospinge.
  • Centralina: si occupa della gestione della batteria e della potenza.
  • Display console di comando.
  • Programmi di assistenza.
  • Leve freni cutoff: fa in modo che l’erogazione di corrente venga interrotta quando si frena.

Esistono tantissimi tipi di kit per bici elettrica, con caratteristiche diverse e diversi prezzi. Alcuni permettono un montaggio fai-da-te, per altri invece bisogna rivolgersi a centri autorizzati che rilascino anche un certificato di corretta installazione e la garanzia.